Con Vince Tempera il Premio Lisiero si trasforma in un razzomissile

Siamo sempre più vicini all’inizio della StarCon 2019 e il Comitato Organizzatore annuncia un nuovo ospite per la convention della fantascienza e del fantastico più grande d’Italia. A solo leggerne la biografia c’è da restare a bocca aperta per quello che il Maestro Vince Tempera ha fatto nella sua carriera. Ovviamente noi ‘attempati’ ricordiamo le mitiche sigle dei cartoni animati che ci hanno accompagnato da piccoli: Atlas Ufo Robot, Capitan Harlock, Daitan 3 senza tralasciare Fantozzi e Kill Bill per citarne solo una minima parte; le altre scopritele da soli.
Ma il Maestro non sarà con noi solo per raccontarci le fasi pionieristiche delle sigle dei cartoons ma anche per ritirare un meritatissimo Premio Lisiero che si è aggiudicato quest’anno con la seguente motivazione “Per aver creato, con le sue sigle e composizioni diventate iconiche negli anni, una vera e propria colonna sonora del periodo d’oro della fantascienza televisiva in Italia, contribuendo ad unire nella medesima passione per il fantastico il pubblico di diverse generazioni.”
 
———————————————
Nato a Milano il 18 settembre 1946, Vincenzo – in arte Vince – Tempera si diploma al Conservatorio “Giuseppe Verdi” in pianoforte e composizione con i maestri Carlo Vidusso e Ottorino Gentilucci, iniziando giovanissimo a scrivere arrangiamenti e a suonare con le orchestre di Gorni Kramer, Gianfranco Intra e Franck Pourcel.
Nel 1967 arrangia e produce Francesco Guccini (con il quale continua tuttora a collaborare) e i Nomadi, mentre due anni più tardi debutta al Festival di Sanremo con la canzone “Zingara” di Iva Zanicchi e inizia a lavorare con la produzione di Otis Redding, scrivendo due brani per Arthur Conley e arrangiando per Wilson Pickett, SweetInspiration e VanillaFudge.
Nel 1970 scrive con Mino De Martino la prima opera rock italiana, il concept album dei Giganti “Terra in bocca”, e registra una serie di dischi come pianista rock-jazz con il gruppo The Pleasure Machine, prodotto addirittura dai Pink Floyd su etichetta Harvest-Emi, continuando a collaborare con diversi artisti tra cui Lucio Battisti, Claudio Baglioni, Johnny Hallyday, Antonello Venditti, Alan Sorrenti e gruppi alternativi dell’epoca.
Nel 1974 forma con i chitarristi Mario Lavezzi e Alberto Radius, il bassista Bob Callero e il batterista Gianni Dall’Aglio il super gruppo Il volo, con cui pubblica gli LP “Il volo” e “Essere o non essere” per l’etichetta Numero Uno di Mogol e Battisti.
Produce i Daniel Sentacruz Ensemble in numerosi successi mondiali tra cui “Soleado” e arrangia “Sei bellissima” e i tre successivi album di Loredana Berté.
Sempre negli anni 70/80,è il direttore artistico della BABY record che produce i dischi dei RICCHI & POVERI,PUPO e AL BANO.
Verso la fine degli anni Settanta scrive e produce una ventina di sigle di cartoni animati che venderanno più di 5 milioni di dischi: tra le altre, “Capitan Harlock”, “Remi”, “Anna dai capelli rossi”, “Goldrake”, “L’ape Maia”, “Daitan 3”, “Hello! Spank” e soprattutto “Ufo Robot”, che da sola ha venduto 650.000 copie come singolo e 300.000 come LP, ancora oggi un riempipista capace di far ballare diverse generazioni. Autore anche di “Na-no Na-no”, sigla del seguitissimo telefilm “Mork &Mindy”, negli anni Settanta e Ottanta realizza – prima per la Cineriz e poi, unico musicista italiano, per la Paramount Italy – oltre 80 colonne sonore tra cui “Fantozzi”, “Febbre da cavallo”, “Sette note in nero” di Lucio Fulci e “Kill Bill” di Quentin Tarantino, mentre da qualche tempo a questa parte lavora quasi in esclusiva per la RAI, componendo le musiche di diverse fiction di successo come “Raccontami”, “Nebbie e delitti”, “Raccontami una storia”, “L’amore non basta”, “Tutti i rumori del mondo”.
Più volte direttore della London Symphony Orchestra, Mercer Ellington Band, Bulgarian Symphony Orchestra, Belarus Philarmonic Minsk, Stuttgart Symphony Orchestra e altre ancora, vanta un numero record di oltre 44 partecipazioni al Festival di Sanremo, come arrangiatore e direttore d’orchestra, e all’Eurofestival per conto di altre nazioni, tra cui lo Stato di San Marino,l’Italia e Malta
Intensa anche la sua attività di talent scout: tra le sue scoperte Fabio Concato, Zucchero, Biagio Antonacci, Fiorello, Gianluca Grignani.
2 anni fa vince ancora il Festival di Sanremo con il cantante Francesco Gabbani. A metà gennaio del 2018 è stato invitato dal PRESIDENTE della CAMERA dei DEPUTATI,a tenere un concerto alla SALA DELLA REGINA a MONTECITORIO, in onore dei 70 anni della promulgazione della COSTITUZIONE ITALIANA,primo e unico artista.
#starconit2019 #goldrake #capitanharlock #daitarn3 #vincetempera